HOME

Home > PROMOZIONE MISSIONARIA > Comunicazioni
<< Dicembre 2017 >>
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
  1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Comunicazioni

Lettera a Fr. Camillo 11.12.14

Caro Fra Camillo,
 siamo davvero felici di darle una buona notizia destinata a regalare un sorso di speranza ed un sorriso ai tanti figli e figlie di nostro Padre, affidati da tempo alle sue cure  e ora anche alla nostra collaborazione. Dio è così buono che vuole aver bisogno del nostro aiuto per dare una mano a chi è in difficoltà e lo ringraziamo.
   Venendo ai conti… Padre Celso l’ha già informata della cifra raggiunta:  2.683,34 euro! - Sono il segno che il Signore ha cura dei suoi Figli e benedice l’impegno di chi si occupa di loro.
   La somma raccolta permette di coprire tanti “buchi”.
 * Rimborso a lei dei 125 euro dati a Sharon, la vedova madre dei 2 bambini di cui ci ha parlato.
  * Rimborso a lei dei 250 euro anticipati a Lucy per le lezioni, a cui aggiungiamo altri 750 euro per l’anticipo di tre mesi per della stanza che affitta e per libri e quaderni. Il resto verrà col prossimo mercatino, per garantirle la certezza di poter studiare per tutto il 2015.
* 500 euro da destinare alla famiglia della vedova  Mwamba, per consentirle di pagare le tasse  scolastiche dei 5 figli, in modo che non siano costretti a smettere la scuola.
*500 euro per la famiglia Musole, pari a due delle tre rate necessarie per un aiuto di emergenza.   La rata mancante la copriremo col mercatino del 6 gennaio.
*100 euro offerte da una persona, espressamente per assicurare alla comunità dei suoi fedeli   particole e vino per le Messe delle prossime festività.  Così la nostra comunità si sentirà unita  alla sua,  condividendo l’Eucarestia.
   Il resto, cioè euro  483,34 lo lasciamo a sua disposizione quale fondo di riserva per eventuali emergenze che certo non mancano.
   Continui a mandarci notizie. La strada imboccata della piena trasparenza e della precisa documentazione colpisce, fa riflettere e aiuta a scoprirci fratelli e sorelle, perché Figli amati dallo stesso Padre.
   Tutti abbiamo il desiderio di conoscerla, almeno in foto! Grazie se prima o dopo ce ne invierà una.
   Il Bimbo di Betlemme  la benedica e la Madonna la custodisca. Lo Spirito Santo fecondo il suo lavoro di evangelizzazione.
   Un abbraccio a lei e ai suoi protetti da tutti noi.
   Questa volta i soldi partiranno da Vicenza. Ci faccia sapere quando sono arrivati.
Teresa Maria    

Lettera a Fr. Camillo 13.11.14

        Caro fra Camillo,
    grazie di cuore per le informazioni che certamente saranno riportate suoi nostri pannelli. Fa tanto bene alle persone conoscere realmente le necessità della sua gente.
   Durante l'ultimo mercatino un giovane, dopo aver letto tutti i pannelli, ha esclamato - E io mi lamento? Quelli sì hanno diritto di lamentarsi, io no. E ha fatto la sua offerta.
   Con ciò che raccogliamo col prossimo mercatino, continueremo ad aiutare Lucy e rimborseremo la somma da lei data alla famigliola disperata.
   Siamo molto contenti di collaborare con lei e col cuore siamo laggiù.
   Sono riuscita a vedere le cassette. Le valorizzeremo nel periodo natalizio o per il prossimo mercatino o per una serata.
   Le due ragazzine che si vedono in uno dei due filmati, sono adottabili?
   Le auguriamo Pace e Bene. Restiamo uniti nella preghiera.
Teresa

Lettera di  Fr. Camillo 13.11-14

Carissimi: P. Celso, Teresa, Patrizia, Bruna, Livia e Buona Santa Compagnia!

         Qui oggi e' un giorno di Silenzio Solenne per la Sepoltura del Presidente della Republica! Io ne approfitto per ricordarmi di voi... e ringraziarvi tanto per quanto state facendo per i bambini, Studenti e poveri che ricorrono a me!

         Sabato mattina mi si e' presentata Lucy ngosa la studentessa universitaria. orfana che io sto' aiutando da alcuni anni e che ora voi volete sostenere...
        All'universita' l'anno scorso c'erano stati dei problemi ed il corso di Lucy aveva subito ritardi... per non perdere tempo e tenerla occupata l'avevo aiutata a frequentare delle lezioni extra ed ora doveva pagarle... l'aiuto che mi avete annunciato e' giusto sufficiente, equivalente di 250 euro. Il suo corso Universitario riprendera' regolarmente il prossimo Gennaio e Lucy si trovera' avvantaggiata per le extra lezioni avute e forse riuscira' ad avere una piccola borsa di studio governativa... A Dicembre pero' dovra' rinnovare l'affitto dell'alloggio della stanza che affitta vicino all'Universita': anticipo di 3 mesi che sara' equivalente a circa 500 Euro. Gli studenti sono tanti, gli alloggi non bastano e tutti ne approfittano...

       Sabato pomeriggio, stavamo ancora lavorando per recuperare un po' di produzione per i guai avuti con la macchina piu' grande per cui avevamo appena ricevuto il ricambi ... ecco che mi trovo davanti la famigliuola Zulu che vedete nella foto.
        Sharon, venticinquenne giovane mamma, vedova da due anni con la figlia Feby Mulenga di 5 anni e Daniel di 3 anni. Stomaco vuoto da due giorni, in cerca di aiuto per poter tornare al Villaggio in Chipata, luogo di origine a 830 Km da Ndola.
        "Unita ad un giovane garden boy" padre dei suoi bambini, morto 2 anni fa. Lavorava da serva in una giovane famiglia qui in citta'. Un bel giorno ha trovato la casa chiusa e la giovane famiglia sparita senza pagarle il salario di due mesi... che per  Sharon era l'unica risorsa di sopravvivenza per i bambini e di pagamento dell'affitto per la stanzetta che affittava qui nel grande sobborgo di Chifubu. Due mesi senza salario, due mesi senza pagare l'affitto...stava per essere sfrattata!
        Chiedeva aiuto per tornare al Villaggio e prima pagare l'affitto in sospeso... l'ho aiutata a nome vostro: equivalente di 125 Euro. Non avevo nulla per questo ho "dovuto rubare" ma devo restituire.
        Sharon, Sabato sera ha pagato l'affitto e Domenica mattina alle 6.00 e' partita per Lusaka-Chipata...con i bambini ed il fagottino delle sue proprieta'. E' partita subito...perche' voleva arrivare in tempo al villaggio per incominciare a coltivare il campicello con i suoi parenti, in preparazione delle piogge che stanno per iniziare anche se la stagione e' in ritardo quest'anno.
 
        Ho altre situazioni Famigliari delle quali vi vorrei parlare... Siete riusciti ad Aprire i DVD che vi ho mandato?- Le due bambine, "cantanti-attrici",  hanno entrambe una storia triste nella loro Origine...mamme sfruttate ed ammalate: ma il Buon Dio ha dato loro Creature meravigliose alle quali dedicare la loro vita.

        Per ora vi saluto con un rinnovato GRAZIE! Devo dedicare parte della quiete giornata di oggi a preparare altre relazioni per il rinnovo di adozioni che scadono in Dicembre per la parrocchia di Boccadasse - Genova.

       Un abbraccio ed un Augurio di Pace e Bene a Tutti.
      fra Camillo
Franciscan Centre,
Mission Press,Ndola, Zambia.

Lettera a Fr. Camillo 04.11.2014
    Caro F. Camillo,
  Mi auguro ti sia arrivato il comunicato della prima giornata del mercatino.
  A mercatino concluso, ti possiamo dire che abbiamo raccolto 1754,00 euro.
  I tuoi scritti, la storia dei ragazzi, hanno influito positivamente sulle persone che hanno visitato il mercatino. Li abbiamo ingranditi e proposti alla lettura, montandoli su pannelli colorati . Molte persone li hanno letti. Qualche persona, dopo aver letto e riflettuto al mattino, è tornata nel pomeriggio perché colpita favorevolmente da quanto era stato scritto e ha dato nuove offerte.
    Quanto prima ti manderemo il denaro raccolto.
   Il gruppo missionario ti propone di utilizzare il denaro nel seguente modo:
-300 euro per adozione di KAFUNGA KUNDA –  da nov 14 a nov 2015
-300 euro per adozione di NUMBA CHRISTINE- da nov 14 a nov 2015
-900 euro per adozione dei tre fratelli CHULU – per un altro anno.
-Gli euro rimanenti sono dedicati ad un piccolo aiuto per gli ultimi mesi del 2014, per LUCY NGOSA.
Col mercatino prossimo, se credi, completeremo l’aiuto per LUCY, perché possa continuare gli studi serenamente, dopo tanto dolore.
   Il prossimo mercatino sarà allestito per il 7-8 dicembre. Siamo già di nuovo all’opera.
Se per caso tu avessi qualche altro caso che ti sta a cuore, ti preghiamo di mandarci le schede  proposta, così le aggiungiamo.
   Per me, per le mie collaboratrici e per i donatori è stato assai stimolante lavorare e donare ricordando nomi,  visi e  storie dei ragazzi che grazie a te abbiamo potuto conoscere e accogliere nel cuore.
     Nella preghiera e nella fraternità ci ricordiamo della tua opera e dei tuoi e nostri protetti.
   Oggi stesso consegno il denaro al economo F. Umberto. Ti prego di avvertirci quando lo riceverai. Grazie.
Vicenza, 04.11.14
Celso Mattellini e il gruppo missionario.

Lettera di Fr. Camillo 08.07.14

   Caro P. Celso, e Gruppo di Fede e Carita’ Missionaria.
   Chiedo perdono se posso aver urtato la vostra sensibilita’e aperta disponibilita’ con la mia “chiara risposta” alla vostra prima richiesta/offerta di scambio di Fede e Carita’cristiana e francescana, quasi classificandovi dei novellini nell’Impegno cristiano missionario che invece vi ha gia’ coinvolto con le nostre Missioni in India ed Indonesia.  Non so’ per quanto tempo sia durato il vostro sostegno di Fede e Carita’con le nostre Missioni dell’Asia/India. Il contesto sociale di quelle popolazioni forse non richiede o non accetta piu’ quanto voi potete offrire... L’Africa e’ sempre in attesa e richiesta di aiuto nonostante le enormi ricchezze  spirituali, di umanita’e di materie prime. Non sa’ancora  apprezzare ed utilizzare il tutto ed ancora soggetta a sfruttamento e degradazione della povera maggioranza ...
   Le attivita’ della nostra Missione che da 12 anni e’ Provincia Religiosa sono quelle comuni a tutti i territori di Missione: attivita’ Pastorale che include promozione umana, educazione e sanita’ in collaborazione con Istituti Religiosi Femminili come le Suore Francescane Missionarie di Assisi (del Giglio), “fondate in Zambia” dai nostri Frati ancora prima che le Suore Italiane arrivassero.
Qui nella nostra Regione la Chiesa Cattolica si e’ stata sviluppata ed organizzata dai nostri Primi Missionari, ora in due Diocesi con il proprio Clero Diocesano e le nostre Comunita’ Francescane. 

  Una delle attivita’ principali che svolgiamo qui a Ndola al Centro Francescano, a sostegno della Evangelizzazione, Educazione e Formazione Spirituale ed Umana, e’ quella della Stampa  da 44 anni e da 12 anche dei Media di Comunicazione Sociale con la nostra Tipografia e Studio Audio e Video: MISSION PRESS , Provvedendo materiale, facilitando Evangelizzazione, Educazione e Sviluppo.
  Io, fra Camillo lavoro a Mission Press  dal primo giorno del mio arrivo in Zambia il 30 Gennaio 1977. Per questa attività come tante altre del resto, maacchinari e tutto il necessario per il lavoro è importato. Nulla è prodotto localmente. Questa opera è stata iniziata dai nostri religiosi con il sostegno iniziale di organizzazioni internazionali quali Missio, Misereor, Caritas Antoniana ed altre offerte. Con il tempo e l’esperienza la tipografia è cresciuta ricevendo fiducia ed ordini di lavori commerciali che ora ci permettono di sostenere i nostri impegni di stampa religiosa e sociale e pagare decentemente i nostri collaboratori e lavoratori che dal 1977 sono cresciuti da 17 a 75 operai quasi tutti con giovani famiglie. La crisi attuale in Europa si fa sentire molto anche qui con aumenti di costi della vita e del materiale che dobbiamo importare e con la riduzione degli aiuti che ancora  necessari sopratutto per acquisto di macchine o parti di ricambio o anche grandi conssegne di carta per le nostre pubblicazioni periodiche. 

  La crisi si riflette anche sui nostri clienti che ritardano i pagamenti di quanto hanno pure bisogno per il loro lavoro.    La domanda di produzione non manca ma tutti hanno difficoltà in pagamenti e noi dobbiamo continuare il nostro lavoro con fiducia nella Provvidenza dei Poveri che seppure con poco ma con costanza diventano la mano del Buon Dio anche in questa nostra importante attività di apostolato.     Per esempio, proprio oggi ho ricevuto due fatture (vi allego copia) di consegne di carta da stampa per libri e nostre pubblicazioni. Avremo 2 mesi di credito per pagare...al momento abbiamo solo 12mila dollari a disposizione per questo. Abbiamo bisogno di una mano del Buon Dio, urgente per non perdere le condizioni di credito che i nostri fornitori ci danno oggi , dopo quarant’anni di buoni rapporti.
   Abbiamo bisogno di tutto nel nostro lavoro ma sopratutto di valuta estera che ci permette di acquistare solo quanto necessario in macchine e materiale...  Non possiamo permetterci di ricevere quanto è in disuso o vecchio, ci farebbe perdere tempo denaro e qualità di produzione professionale per cui siamo ora stimati e ricercati.
   Quanto detto finora è solo una ma importante attività in cui lavoro. Sono l’unico frate bianco rimasto impegnato in questo apostolato iniziato da P. Alessandro Ricciarelli, portato avanti da P. Tiziano con due volontari Italiani per 3 anni, continuato con tanto zelo editoriale da P. Umberto Davoli, per 13 anni con l’aiuto ed indispensabile partecipazione di 4 Fratelli Polacchi che il Signore ha già chiamato a sè... Nel 1997 Il giovane P. Sloveno, Miha Drevensek con il quale spesi i miei 18 mesi di preparazione a Londra prima di venire in Zambia assieme, fu mandato come Direttore di Mission Press. In pochi anni Mission Press  è stata trasformata e diventata sostegno di tante altre attività artistiche e sociali per la gioventù. Nel 2003 rimanemmo solo in due Religiosi a mandare avanti l’amministrazione, produzione e direzione di Mission Press e tutte le attività artistiche, di  carità e scholarships che il P. Miha era riuscito ad organizzare. Il 29 Ottobre 2011 P. Miha morì per un secondo attacco cardiaco. 65 anni consumati in una vita di amore per la sua Vocazione Francescana e Missionaria. Unico figlio con una sola sorella 4 anni più vecchia di lui in una famiglia di poveri contadini della Slovenia comunista. Artista musicale ed entusiasta lottatore e portatore di serenità e giustizia sopratutto per i poveri, ammalati e per i giovani. Il suo grande cuore non ha retto ed è scoppiato ad un secondo attacco cardiaco. In queste settimane stiamo preparando una sua biografia sopratutto della sua vita missionaria in Zambia. Con la morte di P. Miha ho “ereditato“ tutte le responsabilità ed impegni di carità e adozioni a distanza/scholarships che egli aveva iniziato con sostegno dei suoi connazionali ed amici personali. Dal 2011 fino ad un mese fà sono rimasto solo nella direzione ed amministrazione di Mission Press e tutte le attività caritative e di promozione della gioventù sorte attorno a Mission Press.
   Fra Valerio Folli ora responsabile del Centro Missioni della nostra Provincia Religiosa del Nord Italia conosce solo da poco le responsabilità che mi hanno accollato con la morte di P. Miha ed il rientro in Italia per malattia di P. Umberto Davoli, altro grande missionario innamorato di Dio e della sua Africa. Umberto, come P. Miha, ha subito martirio psicologico, morale e fisico per difendere ed aiutare i poveri e gli ammalati ma tanti amici personali lo sostenevano in queste attività. Umberto mi affidò i suoi poveri ma non gli amici... Da 12 anni anch’io seguo 125 adozioni a distanza a nome della Parrocchia di Boccadasse di Genova che con grande impegno e fedeltà ha aiutato un buon numero di bambini poveri/orfani nella loro educazione ed inserimento nella vita sociale. Per mia esperienza, sostenere Adozioni a Distanza è uno dei più fruttuosi atti di carità cristiana e sociale. E’ un costante impegno per il Sostenitore e per il Referente.

Nel mio caso, tutti i fine settimana sono dedicati ad aggiornamenti delle relazioni  dei bambini adottati in preparazione dell’invio, annuale solo, della scheda personale per eventuale rinnovo di sostegno, divisi a gruppi di rinnovo mensile in base alle scadenze annuali di inizio impegno di contributo a distanza che per il mio gruppo è stato stabilito per un minimo di 300 € annuali anche se non è più sufficiente nelle tante situazioni difficili dei bambini in “adozione a distanza”.
   Quando  mi trovai in difficoltà a continuare l’impegno caritativo che P. Umberto Davoli mi aveva lasciato chiesi aiuto al Centro Missioni della Provincia che controllava i sostegni che arrivavano per le attività caritative di P. Umberto. Fra Valerio su consiglio del direttore Caritas Antoniana mi chiese di presentare la situazione dell’amministrazione adozioni e sostegni che mi erano stati affidati. Riempii la tabella che mi avevano inviato e che vi attacco in copia. Penso che la presentazione della mia situazione abbia stimolato Fra Valerio ad indirizzare la vostra disponibilità di Fede e Carità direttamente a me. Sappiamo tutti che la Fede senza  Opere è morta...Io ho ancora tanta Fede ma non posso più continuare leOpere.
   Quando presentai al Centro Missioni la scheda degli impegni di Carità affidatami mi fu chiesto se la nostra   Provincia Religiosa Zambiana non aveva nessun Impegno Caritativo; risposi che questo tipo di impegno non era ancora entrato nella mentalità tradizionale e personale dei nostri religiosi, che provenienti quasi tutti da famiglie povere non ancora gustano la gioia di donare anche quel poco possibile. Sono ancora attanagliati dal desiderio di avere (ricevere ed administrare...) quanto pensano di essere ancora deprivati. Risultato di questa situazione mentale e psicologica: abbiamo un sacco di diplomati contabili e in managment ma rarissimi amministratori onesti. Il Voto di povertà ancora non ha valore e di conseguenza anche gli altri Voti religiosi spesso sono  un “ diploma” per una vita di sicurezza. Certo le cose stanno cambiando anche se lentamente, ma sappiamo bene che “chi va piano va sano e lontano” e quindi non dobbiamo perdere la Fede in nessuno e neppure limitarne le opere che produce. Dobbiamo dare fiducia ma aiutarli ad essere responsabili e trasparenti perchè questa è l’unica via per poter ricevere quanto ancora necessita per le nostre attività a servizio del Regno di Dio e dei suoi poveri.
   Tra le altre varie attività collegate a Mission Press abbiamo anche una libreria per la vendita e distribuzione primariamente di libri e pubblicazioni religiose in Inglese e nelle varie lingue locali e di provvisione di articoli liturgici per le Diocesi circostanti, inclusa la provvigione di vino da messa e delle ostie e particole. Da 5 anni abbiamo preso in mano questa produzione di ostie e particole. Il Centro Missionario Marchigiano ci provvide una macchina di fabbricazione italiana. La richiesta di questo pane per l’eucarestia è diventata così grande che con molta difficoltà riusciamo a soddisfare anche perchè la macchina incomincia a dare segni di stanchezza e presto dovremo affrontare anche questo progetto perchè ora non possiamo più interrompere questo servizio...(vi allego a parte anche la macchina essenziale che dovremo presto aggiungere a quanto abbiamo per poter assicurare sufficiente produzione). Il Centro Missionario ONLUS delle Marche ci aiuta già con Containers provvedendo per le varie comunità di Frati e Suore Francescane e Battistine con le quali condividiamo tante attività di carità.
   Le offerte in euro vengono di solito inviate attraverso il conto bancario in Euro di Mission Press che usa questa valuta estera per pagare le varie fatture di importo dall’estero per l’apostolato stampa e passa prontamente il valore equivalente in valuta locale (kwacha, che ora è di 8 x 1 euro) al destinatario dell’offerta. L’ufficio amministrativo di Mission Press che è solo una parte dell’Ente Giuridico: CATHOLIC MISSION FRANCISCAN FATHERS,  Franciscan Centre, Chifubu Rd,  P.O.Box 70992 o 71581, Ndola, Zambia, di solito si prende cura anche dei documenti e pratiche di sdoganamento dei containers inviati per le nostre varie attività e comunità. I contatti sono mantenuti via e-mail o Express Courrier DHL o FedEx.   I destinatari interessati vengono coinvolti in tempo e tutto viene distribuito secondo i desideri dell’offerente e gratuitamente.
    Invio di materiale per i mercatini natalizi, non possiamo promettere molto. P. Umberto inviava molto anche per questo motivo ma veniva più una spesa che un profitto.  Non sò come facciano a Genova Boccadasse. Dei Ragazzini sono coinvolti in questi mercatini natalizi e, controllando il vostro sito vedo che più o meno il racavato è uguale al vostro... Le spese di spedizione di qualsiasi oggetto sono alte. 
   Con questo, spero di avervi dato un quadro abbastanza vasto della nostra situazione in Zambia, mia in particolare.   Ora a voi decidere se volete contribuire alle nostre attività di evangelizzazione e sviluppo. I Missionari “bianchi” sono al tramonto del loro servizio attivo. Tanti giovani locali hanno bisogno del sostegno della nostra Fede e operosa fiducia per maturare e coltivare il Regno di Dio in queste zone tanto fertili di spiritualità tradizionale e qualità umane che noi abbiamo perso.
   Se avete bisogno di altri chiarimenti  avete due miei indirizzi e-mail. Altre e più abbondanti notizie su Mission Press e varie attività connese le potete trovare nella pagina: www.missionpress.org  anche se non è sempre molto aggiornata.
   Ho potuto rispondervi oggi perchè abbiamo due feste Nazionali. Ieri in memoria degli Eroi dell’Indipendenza ottenuta giusto 50 anni fa il 24 di Ottobre; oggi Festa Celebrazione dell’Unità Nazionale molto cara al popolo Zambiano formato da 72 tribù diverse in una popolazione di 13 miliioni.
   Il signore ci benedica tutti in un fraterno abbraccio francescano. Pace e Bene!
   Fra Camillo Venturini                        
Deputy Dir/ Production Man. 
Mission press, Ndola, Zambia.    08-07-2014      

Lettera a Fr. Camillo 06.0714

Caro Camillo,
  Grazie per la tua chiara risposta.
 La tua risposta l’ho comunicata al gruppo, perché siamo una comunità di fede.
  Chiariamo subito, che la burocrazia non è il nostro forte, e che ci rivolgiamo direttamente a te proprio perchè anche noi evitiamo la burocrazia.
   La nostra proposta voleva semplicemente essere un gemellaggio di fede e di carità nata dalla fede. Nulla quindi di burocratico.
   Si voleva sapere quali erano effettivamente i bisogni della missione per motivare correttamente la gente.
   Quanto alle vostre comunicazioni: sono per noi irrinunciabili, perché qui da noi la corruzione divampa perfino a livello di Ior e con la gente vogliamo essere trasparenti.
   Chiaramente: se la missione dello Zambia è completamente autonoma e non ha bisogno di aiuto, siamo ben contenti e dirigiamo quindi il nostro aiuto altrove.
   Quanto prima ci rispondi, tanto prima ci organizziamo in modo diverso.
   La benedizione di Dio sia sempre con voi.
   In S. Francesco  Celso Mattellini


    Lettera a Fr. Camillo 29.06.2014

   Caro F. Camillo,
   forse ti ricorderai di me, P. Celso Mattellini. Ora vivo nel Convento di Vicenza (e da un po’ di tempo: dallo stesso anno in cui tu sei in Zambia!)). Essendo assistente del gruppo missionario di S. Lorenzo, il delegato della Provincia per le missioni, Fra Valerio Folli, ci ha indicato che possiamo rivolgerci a voi dello Zambia, per aiutare la missione di Ndola, dopo che abbiamo aiutato i confratelli dell’India e dell’Indonesia.
   Affinché il rapporto tra Vicenza e Ndola sia fin dall’inizio chiaro, le persone di questo gruppo missionario (i cui nomi li puoi trovare nel sito
www.sanlorenzosperi.altervista.org), ti pregano di rispondere ai seguenti quesiti.
1°- Quali sono le attività specifiche che voi svolgete? Adozioni a distanza, istruzione, assistenza sanitaria, altro…? Avete bisogno di qualcosa in particolare?
2°- Siete anche uniti con le suore del Giglio operanti in codesta nazione? Ed eventualmente quali attività svolgete assieme a loro?
3°- Attraverso quale via è opportuno che noi inviamo le offerte?
4°- Le offerte saranno davvero destinate allo scopo indicato?
5°- Dopo ogni invio, è possibile avere un riscontro, almeno tramite e-mail?
6°- Siete disposti a mandarci materiale utile da esporre duranti inostri mercatini (foto, relazioni alcune volte l’anno, scopi raggiunti ed opere realizzate, e altro che vi garba, ecc.)?
   Quest’ultima richiesta te la facciamo, dopo un’esperienza non brillante costatata con l’Indonesia.
   Inoltre gli offerenti sono più motivati a donare se sanno puntualmente, come in realtà sono impiegati i fondi.     

   Questo potrebbe anche essere la base per una specie di “gemellaggio” Vicenza-Ndola.
   Attendo il tuo riscontro, sperando di non rubarti troppo tempo.
   Intanto saluti e preghiere reciproche. 

Fra. Celso Mattellini

Comunicazione Maggio 2014

  Il gruppo dei collaboratori all'azione missionaria, che cura il mercatino missionario, almeno quattro volta l'anno, ha deciso di unire le proprie forze per comunicare con la missione dei Frati Francescani Conventuali di Ndola in Zambia (Africa).

  In Zambia opera un nostro confratello dell'Alta Italia, Frate Camillo Venturini, confratello dei frati di S. Lorenzo in Vicenza. Egli ci ha relazionato abbondantemente sulla vita e sull'attività dei frati di Ndola, e sulla povertà e sulle necessità della popolazione che i frati assistono.

  In Zambia ormai si sta formando un gruppo autonomo di frati locali, che formano una fraternità indipendente, protesa anche all'assistenza sociale, oltre che all'apostolato.

  Frate Camillo ci aggiurna simpaticamente e seriamente sulla condizione dell'ambiente in cui opera e sulle necessità concrete, che in tale ambiente sorgono.

  Perciò il gruppo missionario ha accettato con molto entusiasmo di collaborare con Fra Camillo.

Comunicazione 16.12.13

   Domenica 22 c. m. stiamo organizzando un supplemento al mercatino del giorno 8 Dicembre.

   Attendiamo concorso. Grazie.

Comunicazione 09.12.13

    Già da qualche mese le offerte, che la bontà di Dio e delle persone pongono nelle nostre mani, sono devolute ai nostri missionari che operano e vivono dell'Indocina. Così è stato anche accolto dal nuovo delefato pe le Missioni della nostra comunità religiosa.

    Il gruppo dei collaboratori intanto cresce, come si può leggere nella sezione apposita. Tutto è dono di Dio e dei cuoi figli.

 

Comunicazione 13.06.12

    Notiamo che oggetti artistici dovuti alla pittrice Patrizia, vanno a ruba. Temendo che il brutto tempo sconsigliasse le persone a frequentare, qualcuno presagiva che le entrate diminuissero. Invece ... come si vede dal resoconto contabile, si sono mantenute a galla.

    In chiesa si è trasformato anche il cartellone destinato alle notizie sul gruppo missionario.

Comunicazione 06.01.12

    Siamo felici, perchè anche quest'oggi abbiamo costatato la generosità dei frequentatori del mercatino nostro. Attorno a noi si è formato un bel gruppo di aficionados, i quali fanno aumentare le entrate ogni volta  che il mercatino si riapre.

    Grazie a tutti, comunciando dal Padre, che, manda il suo Spirito in coloro che vivono la carità della solidarietà.

Comunicazione 13,12,11

    Ormai è definito lo scopo per cui lavoriamo. Ci sono stati affidati due compiti. Aiutare i bambini malati di AIDS dell'istituto Assisi Snehayala, seguito dai Francescani Conventuali indiani e aiutare gli studenti in formazione.

 

Comunicazione 09.12.11

     Ringraziamo tutti gli offerenti. In questi giorni di particolare difficoltà hanno offerto generosamente. Il locale adibito a mercatino era stato anche arricchito di foto particolari belle, che ci hanno fatto avvicinare anche i bambini, ospitati nel luogo di sofferenza ASSISI SNEHAYALA. Arrivederci nel Gennaio prossimo.

Comunicazione 03.11.11

    Siamo in effervescenza nel preparare il prossimo mercatino. Chi se la sente, si faccia avanti. Sarà sempre il benvenuto, sotto la guida del nostro amato capo!!!

Comunicazione 02.11.11

     Stiamo già pensando a come metterci in contatto con le persone, che sono diventate fedeli partecipanti ai nostri mercatini.

     Ringraziamo in particolare i fratelli dell'Ordine Francescano Secolare, per la partecipazione collettiva al mercatino.

Comunicazione 01.11.11

      Nella giornata del 1 Novembre 2011, ha presenziato l'indiano P. Alfonso. Le persone hanno già chiesto quando si terrà la prossima giornata missionaria. Ormai è tradizione attuarla nel giorno 8 Dicembre, solennità dell'Immacolata. Nonostante la crisi finanziaria, i risultati si sono mantenuti al livello dello scorso anno.

    La riconoscenza e l'entusiamo del gruppo Missionario, che ha allestito la mostra-mercatino, si unisce all'entusiasmo  di chi plaude all'iniziativa e promette di ritornare anche per condividere il fervore dello stesso Gruppo Missionario.

Forse si potrà in seguito mantenere contatti più vivaci e più espliciti, tra gli organizzatori e i ... clienti.

Pace e bene a tutti!

Comunicazione 10.12.12

    La riuscita dei due giorni di mercatino (8 e 9 Dicembre) ci ha fatto sorridere per la partecipazione delle persone (hanno contribuito alla compera dei nostri oggettini ben 116 persone il giorno 8 e 76 il giorno 9, in tutto ben 192 persone).

     Data la situazione economica, le compere si sono indirizzate agli articoli di poco valore, e necessari alla vita quotidiana. Per noi evidentemente è stata anche una lezione di ... marketing!

      A tutti gli acquirenti è stata offerta una frase della Bibbia, a loro scelta. Cosa gradita da quasi tutti (solo 4 persone non hanno approfittato dell'evento). Questo è un altro segno di come stiamo impostando la stessa vendita nel mercatino.

     Evidentemente la nostra riconoscenza a Dio e agli offerenti è forte. Ricordiamo che abbiamo realizzato 2.234,45 euro.

Comunicazione 06.01.13

     L'anno, grazie a Dio è iniziato bene, pur essendo in periodo di una certa ristrettazza finanziaria.

La bontà non conosce pausa.

Comunicazione 03.11,13

      Ieri la nostra attività è stata premiata. Nonostante il periodo di non florida situazione finanziaria, il mercatino è risultato molto proficuo: 1.771,23 euro.

      Da quest'anno indirizziamo le nostre offerte in Indonesia, nelle missioni, che fanno parte della nostra cura. L'esposizione di cartelli, che hanno illustrato le attività della Missione in Indonesia, sono state lette con interesse da molte persone. Sono piaciute anche le frasi della Scrittura, che accompagnavano i ringraziamenti delle addette alla vendita. Insomma, c'è da ringraziare Dio e il buon cuore di parecchie persone.